Amaro in bocca per la Serie C Zenith

Biella, sabato 10 novembre - È la Società Ginnastica La Marmora ad ospitare la seconda tappa del Campionato di Serie C. Campionato a rappresentativa societaria a circuito interregionale.
Le Società si incontrano raggruppate in Interzone, la Zona Tecnica 1 accoglie Piemonte, Liguria e Valle D'Aosta.

Le chieresi hanno portato avanti un lavoro serratissimo per tre settimane, dopo gli errori della prima prova. Campionato comunque in salita per la compagine chierese che, dopo l'infortunio di Chiara Ricciardo, per questa seconda tappa si trova a dover fare a meno anche della giovane beniamina Ginevra Martinotti, impegnata al Corpo Libero, costretta in tribuna da un'infiammazione che non le permette di allenarsi nelle tre settimane passate tra le due prove.
Lo Staff attinge dunque dalle ginnaste offerte dagli amici di Eurogymnica Torino i quali mettono a disposizione della Zenith la giovane e ancora inesperta Alessia Martinez, che sostituirà dunque la Martinotti col primo esercizio della rotazione.
Il suo punteggio non è in linea con il tenore di gara di Ginevra Martinotti, a causa, appunto, di una ancora assente esperienza in pedane così importanti, solo 8,150 per lei, che ha il merito di aver permesso alla squadra di proseguire, nonostante le avversità, questo sfortunato campionato.
A seguire, è la volta di Sara Lanteri, classe 2005, impegnata alla fune. La ginnasta chierese appare fin da subito troppo poco concentrata, commettendo falli che ne pregiudicheranno inevitabilmente il giudizio finale. Anche per lei un inesorabile 8,150.
È poi Veronica Stoppa al cerchio a prendere le redini della squadra. A parte un'imprecisione iniziale (che pur le costa cara), la Zenith-ginnasta esegue un discreto esercizio totalizzando un dignitoso 10,450. Il vento sta cambiando, la squadra potrebbe davvero dire la sua in questa prova.
Chiara Sinacori è chiamata a dimostrare il proprio valore, ma l'emozione è ancora troppo forte. Un esercizio in punta di piedi, il suo, alla palla, un 10,900 che rincuora la squadra ma che lascia il rammarico per i decimi persi. 10,150 alla clavette lo totalizza un' Eleonora Novaria non in forma smagliante, certamente lontana dalla brillante prestazione portata a termine in prima prova in terra ligure.
A chiudere al nastro di nuovo Chiara Sinacori che, in linea col precedente esercizio porta alla squadra un discreto 10,200.
Una sedicesima posizione finale che ha un sapore amaro, conosciute e riconosciute le potenzialità della squadra che però non ha ancora trovato il modo di esprimerle.
Le Zenith ginnaste e lo Staff Tecnico rientrano in palestra con la voglia di preparare al meglio la terza prova, consapevoli di non aver nulla da perdersi e con un occhio già proiettato al Campionato della stagione prossima che inizierà il prossimo febbraio. La determinazione a combattere contro le avversità e i limiti mostrati questo weekend è negli animi di tutte le sei ginnaste portacolori della Zenith in un campionato così di rilievo, in cui, siamo certi, Zenith potrà, presto, dire la sua a gran voce.